Blog
Seo on-page

SEO on page: 10 aspetti essenziali da conoscere assolutamente

Il successo nella ricerca organica oggi richiede l’ottimizzazione di una combinazione di fattori on-page e off-page che i motori di ricerca considerano importanti – tecnici.

Nel corso degli anni, abbiamo visto una maggiore attenzione verso le tecniche off-page – come il link building e ad altri elementi tecnici.

Ma la realtà è che la SEO off-page non servirà a molto se non si presta attenzione ai fondamenti della SEO on-page.

L’esperto SEO sa che l’ottimizzazione on-page dovrebbe essere prioritaria a tutte le altre tecniche e ottimizzazione SEO.

Poiché il panorama della ricerca è in continua evoluzione, è importante assicurarsi che la vostra conoscenza della SEO on-page sia aggiornata.

In questo post, parleremo di cosa è la SEO on-page, del perché è importante e di 10 delle più importanti considerazioni sulla SEO on-page nel 2022.

Tabella dei Contenuti

Che cos’è la SEO on-page?

Perché la SEO On-Page è importante

La SEO on-page è importante perché aiuta i motori di ricerca a capire il vostro sito web e il suo contenuto, oltre a identificare se è rilevante per una determinata query.

Man mano che i motori di ricerca diventano sempre più sofisticati, nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERPs) c’è una maggiore attenzione verso la rilevanza e la semantica.

Google, con la sua pletora di complessi algoritmi, è molto più sofisticato rispetto agli anni precedenti e riesce più facilmente a:

  • Capire cosa gli utenti stanno effettivamente cercando quando digitano una query.
  • Fornire risultati di ricerca che soddisfino l’intento dell’utente (informazione, acquisti, navigazione).

Adattarsi a questo sviluppo è essenziale, e lo si può fare assicurando che il proprio sito web e il suo contenuto – sia ciò che è visibile agli utenti sulle proprie pagine web (ad esempio, testo, immagini, video o audio), sia gli elementi che sono visibili solo ai motori di ricerca (ad esempio, tag HTML, dati strutturati) – siano ben ottimizzati secondo le migliori pratiche SEO più recenti.

Inoltre, l‘analisi SEO on page è fondamentale perché si ha un maggiore controllo quando si ottimizzano i propri contenuti e le proprie pagine – in contrapposizione alla SEO off-page che consiste di segnali esterni (i backlink).

Se vi impegnate nelle strategie on-page, vedrete un aumento del traffico e un aumento della vostra presenza nei risultati dei motori di ricerca.

Questo post cercherà di guidarvi attraverso gli elementi più importanti della SEO on-page.

Prestare molta attenzione a queste 10 aree vi aiuterà a migliorare i vostri contenuti e la vostra autorità, ad aumentare il vostor posizionamento, il traffico e le conversioni.

1. E-A-T

E-A-T, acronimo che sta per Expertise, Authoritativeness, and Trustworthiness (Competenza, Autorevolezza, Affidabilità), è il framework che i Google raters utilizzano per valutare i creatori di contenuti, le pagine web e i siti web nel loro complesso.

Google ha sempre puntato su contenuti di alta qualità. Vuole assicurarsi che i siti che producono contenuti di alta qualità siano premiati con classifiche migliori e che i siti che creano contenuti di bassa qualità abbiano meno visibilità.

Esiste una chiara relazione tra ciò che Google considera contenuti di alta qualità e ciò che appare nei risultati della ricerca.

Chiamatela correlazione o causalità, qualunque essa sia, l’E-A-T sta in qualche modo giocando un ruolo fondamentale nei risultati organici di ricerca di Google. Il che significa che l’E-A-T deve essere un fattore importante della vostra strategia SEO.

2. Tag title

Il tag title, un tag HTML presente nella sezione di testa di ogni pagina web, fornisce a google e algi utenti un’indicazione sul contenuto della pagina.

Rappresenta il titolo nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca ( usato come link cliccabile) così come nella finestra del browser.

I tag title mancanti, duplicati e scritti male hanno un impatto negativo sui risultati SEO, quindi assicuratevi di ottimizzare al meglio questo elemento.

3. Meta Descrizione

Sin dai primi giorni della SEO, le meta descrizioni sono state un importante punto di ottimizzazione.

Le meta descrizioni, metatag che forniscono una descrizione di ciò che riguarda la pagina, sono spesso visualizzate nelle SERP sotto il titolo della pagina.

Mentre Google sostiene che le metadescrizioni non aiutano con le classifiche, ci sono prove aneddotiche che gli attributi indiretti delle descrizioni migliori aiutano il posizionamento.

Ottimizzare correttamente le metadescrizioni può aiutare a migliorare:

  • Click-through rate (CTR).
  • Percezione della qualità del risultato.
  • Percezione di ciò che il vostro sito web offre.

4. Titoli

Volete che i contenuti del vostro sito web funzionino bene nella ricerca? Allora inizia a scrivere titoli convincenti.

Trovare un titolo per un post sul blog può sembrare molto semplice, ma un bel titolo può fare la differenza tra un click e una semplice impressione – ecco perché è importante crearli in modo strategico.

I titoli devono suscitare interesse per potersi distinguere nelle SERP – invogliando gli utenti a cliccare e a continuare a leggere il resto del contenuto.

5. Tag dell’intestazione (headings H1-H6)

I tag di intestazione sono elementi HTML (H1-H6) utilizzati per identificare titoli e sottotitoli all’interno del contenuto da altri tipi di testo (ad es. testo di paragrafo).

I tag di intestazione non sono così importanti come una volta per la classifica del vostro sito, ma questi tag svolgono ancora una funzione importante per i vostri utenti e per il vostro SEO.

Gli headings possono avere un impatto indiretto sulle vostre classifiche:

Rendendo i vostri contenuti più facili e più piacevoli da leggere per i visitatori.
Fornendo ai motori di ricerca un contesto ricco di parole chiave sui vostri contenuti.

6. Scrittura SEO

Scrivere in modo SEO oriented significa scrivere contenuti pensando sia ai motori di ricerca che agli utenti.

C’è una strategia dietro la scrittura di contenuti SEO solidi ed è più di una semplice ricerca di parole chiave e della stesura di testi banali.

Produrre semplicemente contenuti per il gusto di farlo non basterà. Ricordate che state scrivendo contenuti per le persone, quindi i contenuti devono essere di alta qualità, sostanziali e rilevanti.

7. Keyword cannibalization

Vero o falso? Più pagine si cerca di indicizzare per una stessa keyword o parola chiave, meglio ci si classifica per quella parola chiave.

Falso!

Il targeting di una keyword specifica su più pagine può causare la “cannibalizzazione delle parole chiave” (o keyword cannibalization), con conseguenze potenzialmente disastrose per la vostra strategia SEO. È importante programmare bene la strategia di ricerca delle keywords ed assicurarsi di non creare contenuti duplicati o troppo simili tra loro.

Quando hai più pagine che cercano di posizionarsi per la stessa parola chiave, sei in competizione con te stesso. Questo crea confusione nei motori di ricerca che non sanno a quale pagina dare priorità nell’indicizzazione.

È importante identificare se esiste una cannibalizzazione delle parole chiave sul vostro sito web e risolverla subito (ad esempio utilizzando il tag rel=canonical, indicando a Google quale pagina deve tenere in considerazione tra le pagine che presentano contenuti duplicati o simili).

8. Controllo dei contenuti

La maggior parte dei creatori di contenuti si concentrano sulla creazione di nuovi contenuti dimenticandosi di controllare quelli esistenti. Questo è un errore!

La revisione dei contenuti esistenti è fondamentale perché ti aiuta a:

  • Valutare se i contenuti esistenti stanno raggiungendo i loro obiettivi e se stanno ottenendo un ROI.
  • Identificare se le informazioni presenti nei vostri contenuti sono ancora accurate o sono diventate obsolete (o addirittura superate).
  • Determinare quali tipi di contenuti stanno funzionando per voi.

Gli audit dei contenuti possono essere di grande aiuto per la vostra strategia SEO e dovrebbero essere effettuati regolarmente.

9. Ottimizzazione delle immagini

Aggiungere immagini è un buon modo per rendere le vostre pagine web più accattivanti.

Ottimizzare le immagini in modo corretto vi aiuterà a sfruttare al meglio una preziosa risorsa SEO.

L’ottimizzazione delle immagini ha molti vantaggi, come ad esempio:

  • Ulteriori opportunità di posizionamento (visualizzati su Google Image Search).
  • Migliore esperienza utente.
  • Tempi di caricamento delle pagine più rapidi.

Assicuratevi di incorporare immagini che supportino i vostri contenuti e di utilizzare titoli descrittivi e testo alternativo (tag image alt.

10. Coinvolgimento dell’utente

Migliorare gli elementi SEO del vostro sito web è solo metà del duro lavoro necessario per attrarre nuovi utenti e migliorare le visite e le conversione del vostro sito web.

L’altra metà consiste nell’assicurarsi che gli utenti non “rimbalzino” ovverro abbandonino prematuramente la vostra pagina e il vostro sito – ma che invece continuino a visualizzare i tuoi contenuti, interagendo con essi, continuando a tornare per usufruire di nuovi contenuti.

Mantenere gli utenti impegnati è una grande sfida in sé, ma è certamente fattibile. Per aumentare il coinvolgimento degli utenti, è necessario concentrarsi su aspetti quali la velocità del sito, l’esperienza dell’utente e l’ottimizzazione dei contenuti.

Share It
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.